INTERVENTO ALLA TOL EXPO

Le tecniche più efficaci nel trading intraday


Saranno spiegati, a mercati aperti, i pattern più affidabili, come operare sui breakout, sui pullback e nelle trading range.
Verranno analizzate le figure di inversione più efficaci e i livelli chiave del prezzo dove impostare le operazioni.              
Durante l’intervento Alessandro Busnelli opererà in real time usando il suo metodo proprietario, le Busnelli lines.


Venerdì 24 ottobre 13,30-15,00 Balconata 1



Busnelli lines PDF Stampa E-mail

Studiando per anni i grafici a 1 e 5 minuti mi sono accorto che il prezzo partendo da alcuni livelli chiave continua a ripetere durante tutta la giornata dei movimenti costanti.
Mi spiego meglio, ho visto che quando il prezzo rimbalza o rompe un supporto statico o una resistenza statica fa costantemente un movimento di una certa ampiezza.
Ampiezza che varia per ogni strumento. Ogni strumento, infatti, ha un suo ritmo, un suo respiro, diretta conseguenza della sua volatilità implicita.
Sono così arrivato a determinare delle linee, le Busnelli lines, che definiscono per ogni strumento i movimenti costanti, ingabbiando con estrema precisione i movimenti del prezzo.

I movimenti costanti si spiegano per una normale dinamica della domanda e dell'offerta: è normale che quando il prezzo prende una direzione abbia la forza per percorrere un movimento di una discreta ampiezza ed è normale che dopo aver fatto un movimento consistente in una direzione prevalgano gli ordini contrari di chi chiude un'operazione positiva o di chi apre una posizione contraria convinto che il prezzo inverta la direzione.

Ma c'è anche un altro motivo, ancora più importante: l'attività dei software, in particolare gli high frequency trading. La precisione di questi movimenti è tale che sarebbe assurdo pensare che sia dovuta alla semplice dinamica della domanda e dell'offerta dei trader privati. Questi software sono programmati in modo tale da spingere il prezzo in una direzione con continui ordini o falsi ordini di acquisto e di vendita fino a quando il prezzo ha compiuto un movimento che abbia permesso loro di avere profitti soddisfacenti, da li parte un'altra serie di ordini ma in senso opposto per chiudere le operazioni aperte e aprirne altre nel verso opposto. Questo processo continua a ripetersi durante tutta la giornata e permette ai grossi operatori di realizzare tante operazioni in profitto.

Vediamo adesso un esempio che renderà tutto più chiaro.
Analizziamo l'S&P500 (future o cfd  dell'indice americano), sul quale ho individuato un movimento costante di 5 punti, corrispondenti a 20 tick.

Il giorno 27/06/12 intorno alle ore 15,00 il livello chiave era 1316,25 resistenza statica di una congestione molto stretta che si era verificata tra le 14,45 e le 15,20 tra i livelli 1315 e 1316,25.
Quando il prezzo ha rotto la resistenza di 1316,25 ha fatto esattamente un movimento di 5 punti ed è arrivato a 1321,25 (per essere proprio precisi ha fatto una sbavatura arrivando fino a 1321,75).
Dopo di che ha ritracciato fino a 1317,25 per poi ripartire e quando ha rotto il livello 1321,25 che era diventata la nuova resistenza statica determinata dal movimento precedente, ha fatto nuovamente 5 punti arrivando fino a 1326,25.
Da li è rimbalzato indietro facendo ancora 5 punti fino a ritornare esattamente a 1321,25 che era diventato il nuovo supporto statico e da lì è rimbalzato ancora facendo nuovamente 5 punti fino a ritornare a 1326,25 alle ore 17,40.
Come si può vedere i movimenti sono sempre stati di 5 punti e sono stati perfettamente ingabbiati dalle Busnelli lines a 1321,25 e a 1326,25 tracciate dal livello chiave 1316,25.


Nel corso di trading intraday - Busnelli lines viene insegnato:

-  come individuare i livelli chiave della giornata

-  vengono svelate le ampiezze di movimento di tutti i principali indici mondiali e delle principali valute

-  come sfruttarle per guadagnare costantemente